Tunnelbuilder Promoting the world's tunnelling industry to a huge qualified audience

Contattare – monica@tunnelbuilder.com
View the Spanish Tunnelbuilder website View the English Tunnelbuilder website
  • Società Italiana Gallerie
  • Palmieri
  • Creg TBM

News

Israele - Il progetto di Har HaMenuchot, un cimitero in sotterraneo

30/07/2017
Israele - Il progetto di Har HaMenuchot, un cimitero in sotterraneo

Har HaMenuchot è il più grande cimitero di Gerusalemme. Si trova in cima ad una collina sul lato occidentale della città, adiacente al quartiere di Givat Shaul, con vista su Mevaseret Sion a Nord, Motza ad Ovest e Har Nof a Sud. Aperto nel 1951 su 30 ettari di terra (300 dunami) è stato continuamente ampliato con nuove sezioni sulle pendici settentrionali e occidentali della collina.

 

Una delle sue ultime espansioni non è stata in superificie, ma bensì in sotterraneo. L'organizzazione israeliana per le sepolture ha collaborato con Rolzur Eternal Green Solutions per rilanciare l'uso delle catacombe per scopi di sepoltura. La progettazione strutturale dello scavo è stata effettuata da  A. Rozen Engineering, una società locale con oltre 40 anni di esperienza, specializzata nella costruzione di tunnel. La prima fase del cimitero sotterraneo consiste in una sala con 22.000 posti di sepoltura. Nel 2015 il progetto è stato candidato all’ITA-Tunneling Award per la categoria di utilizzo innovativo dello spazio in sotterraneo.

 

Il progetto Har HaMenuchot è composto da un grande tunnel e una serie di pilastri. Il tunnel è alto 16 m e largo 14 m, con calcestruzzo rinforzato e tiranti, nel cuore della montagna. Le tombe vengono predisposte nelle pareti del tunnel usando una trivella speciale con 75 cm di diametro.

 

Il sito è stato studiato con un'indagine geologica per individuare i percorsi appropriati al fine di evitare eventuali ostacoli geologici. L'ingegnere Dan Tzuker di A. Rozen Engineering ha spiegato che "La geologia è caratterizzata da duri ammassi rocciosi dolomitici e calcarei, ma nella progettazione delle camere di sepoltura è stato necessario considerare anche zone di faglia e con grandi fratturazioni".

 

Rolzur ha scavato i tunnel principalmente con i roadheaders, invece che con la tecnica del drill & blast, allo scopo di ridurre al minimo il disturbo all'attività quotidiana del cimitero. Le esigenze di ventilazione, protezione antincendio e accessibilità hanno portato l'azienda a progettare un pozzo principale (dimensioni 23 m x 19 m e 55 m di profondità) che ospiterà eventuali ascensori, scale e camere di servizio. Il pozzo servirà anche come edificio di sepoltura e ospiterà oltre 3.000 tombe su 10 piani.

 

Il sistema di ventilazione basato sull'aspirazione dell'aria proveniente dallo spazio sotterraneo comprende condotti con serrande motorizzate regolate da un sistema centrale computerizzato. Il cimitero in sotterraneo è un nuovo concetto di utilizzo dei tunnel.

 

Rolzur ha esaminato tutti i potenziali rischi. Le procedure di sicurezza antincendio sono state sviluppate insieme ai servizi di ispezione e salvataggio israeliani, che utilizzeranno codici di progettazione per guidare le persone (visitatori e lavoratori) in modo sicuro e rapido verso i punti di raccolta. Il software di ultima generazione, che simula gli incendi, è già stato testato in tutta l'area del cimitero sotterraneo.

Il progetto, iniziato nel 2016, richiederà almeno altri cinque anni per essere completato. Ma le prime sepolture avranno luogo già a fine 2017. Per ulteriori informazioni cliccare qui per un video e qui per il progetto. Per ulteriori informazioni su Rolzer collegarsi a http://rolzur.com/. 30/17.







subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs
subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs