Tunnelbuilder Promoting the world's tunnelling industry to a huge qualified audience

Contattare – monica@tunnelbuilder.com
View the Spanish Tunnelbuilder website View the English Tunnelbuilder website
  • Palmieri
  • Normet
  • Zitron
  • PPS
  • Geodata
  • Datwyler
  • Società Italiana Gallerie

News

Abbattuto ultimo diaframma della Galleria Faver sulla SS612, in provincia di Trento

26/05/2008
Abbattuto ultimo diaframma della Galleria Faver sulla SS612, in provincia di Trento

Il 21 Maggio 2008 è stato abbattuto l'ultimo diaframma della galleria Faver sulla SS 612. Si aggiunge così un altro, importante tassello al programma generale di riqualificazione della viabilità della Val di Cembra che prevede di agevolare e velocizzare la percorrenza lungo la strada statale in tale zona, oltre a ridurre il traffico all'interno dell'abitato di Faver.
Il 21 Maggio 2008, il martellone della Cossi Costruzioni (So) ha abbattuto l'ultimo diaframma della galleria sulla nuova circonvallazione di Faver, lungo la SS 612. La galleria, dotata di un cunicolo laterale pedonale di emergenza, è a canna singola, lunga 1.212 m (1.137,80 in galleria naturale), larga 9,8 m e con una pendenza massima del 2,92% . La sezione di scavo di linea è pari a 115 m2 e la sezione tipo camerone è di 155 m2. In corrispondenza degli imbocchi sono previsti degli svincoli di raccordo con la sede viaria esistente.
Geologia
Durante lo scavo si è riscontrato una fascia di circa 150 m di terreni alluvionali fluvioglaiciali a basse coperture e un passaggio di 145 m di lave andesitiche, latitiche dall'imbocco sud; circa 80 m di terreni alluvionali fluvioglaiciali dall'imbocco nord e ignimbriti riolitiche e quarzolatitiche nella tratta centrale.
Metodologia di scavo
La galleria è stata scavata partendo da entrambi i fronti: dall'imbocco sud per 151 m a mezza sezione con successivo ribasso con consolidamenti e dall'imbocco nord per circa 82,80 m (a sezione piena per 35 m e a mezza sezione con successivo ribasso per 48 m ) con martellone. Si è quindi proseguito a sezione piena per 759 m da Nord verso Sud utilizzando un jumbo e gli esplosivi e per i 145 m finali con martellone.
Per le tratte con esplosivo sono stati utilizzati un Escavatore Cat 345B con martellone Rammer G 100, pala gommata CAT 966, un.jumbo a tre bracci Sandvick Axera, pompa spritz Cifa CSS2, 3 dumper Perlini e 2 sollevatori idraulici; per le tratte con consolidamento e scavo meccanico sono stati invece impiegati: un Escavatore Cat 345B con martellone Rammer G 100, pala gommata CAT 966, pompa spritz Cifa CSS2, n. 3 dumper Perlini, 2 sollevatori idraulici, un posizionatore Casagrande C175, un impianto di iniezione Lorenzerio.Lo smarino, raccolto con una pala Cat 966 H, è stato smaltito tramite 4 Dumper Perlini 255. Collegarsi a www.cat.com, www.casagrandegroup.com, www.cifa.com, www.perlini.com e a www.sandvik.com.
Sostegno e rivestimento primario
I sostegni di prima fase sono i seguenti:
1. Imbocco Nord:
- un campo lungo 8 m con 51 infilaggi (diametro 114,3, spessore 10 mm, lunghezza 12 m) e centina con doppio Ipe 180 passo 1 m; 5 cm di spritz al fronte dopo ogni volata; 25 cm di spritz fibrorinforzato di intasamento e 5 cm di spritz di finitura;
- una tratta di circa 35 m con centine doppio Ipe 180, passo 1 m e alcune a passo 75 cm; 5 cm di spritz dopo ogni volata; 25 cm di spritz fibrorinforzato e 5 cm e spritz di finitura;
- una tratta a mezza sezione con centine tipo doppio Ipe 180, passo 1 m, scavo trinca centrale e successivo scavo dei piedini il tutto intasato con 25 cm di spritz fibrorinforzato;
2. La tratta è proseguita con lo scavo con esplosivo per 759 m con, dopo il brillamento della volata, uno strato di prespritz al fronte e sul contorno dello spessore di 2 cm, chiodatura con 10/11 bulloni lunghi 5 m, passo 1,5; 13 cm di spritz fibrorinforzato di intasamento e 5 cm di spritz di finitura. In alcune tratte a causa delle pessime situazioni geologiche sono state posizionate centine doppio Ipe 180 e completamente intasate con spritz beton per contenere dei piccoli franamenti e l'ultima tratta con scavo meccanizzato, posa centina doppio Ipe 180, chiodatura con 14/15 chiodi lunghi 5 m, passo 1,5 m e intasamento con 25 cm di spritz beton fibrorinforzato;
3. Imbocco Sud:
- quattro campi di 6 m con 57 infilaggi (diametro 114,3 1unghezza 12 m) e trentadue Vtr di 12 m, posa di mezza centina doppio Ipe 220, passo 1 m, esecuzione di spritz beton fibrorinforzato spessore 25 cm, esecuzione di 4 tiranti - puntoni ogni centina per ancoraggio centina con pali di diametro 88,9, spessore 10 mm, lunghezza 8,5 m e 4 Vtr ogni centina della lunghezza di 6,5 m;
- 7 campi lunghi 6,5 m con doppia coronella di micropali pari a 93 infilaggi (diametro 114,3, lunghezza 12 m) e 20 chiodi Vtr di 12 m, posa centina doppio Ipe 220 passo 1 m con calzone tipo Bulflex iniettato, esecuzione di spritz beton fibrorinforzato spessore 25 cm, esecuzione di 4 tiranti - puntoni per ancoraggio centina con pali di diametro 88,9, spessore 10 mm, lunghezza 8,5 m e 8 chiodi Vtr strutturali lunghi 6 m e 2 barre dywydag lunghe 12 m su ogni centina;
- 6 campi lunghi 6,5 m con coronella di micropali pari a 57 infilaggi (diametro 114,3, lunghezza 12 m) e 20 chiodi Vtr di 12 m, posa centina doppio Ipe 220 passo 1 m, esecuzione di spritz beton fibrorinforzato spessore 25 cm, esecuzione di 4 tiranti - puntoni per ancoraggio centina con pali di diametro 88,9, spessore 10 mm, lunghezza 8,5 m e 4 chiodi Vtr strutturali lunghi 6m;
- 5 campi lunghi 8,5 m con coronella di micropali pari a 57 infilaggi (diametro 114,3, lunghezza 12 m) e 20 chiodi Vtr lunghi 12 m, posa centina doppio Ipe 220 passo 1 m, esecuzione di spritz beton fibrorinforzato spessore 25 cm, esecuzione di 4 tiranti - puntoni per ancoraggio centina con pali di diametro 88,9 spessore 10 mm, lunghezza 8,5 m e 4 chiodi Vtr strutturali lunghi 6 m. Successivamente è stato scavato lo strozzo centrale a il successivo scavo con posa dei piedini sempre Ipe 220.
Centine e micropali di R-Tubi e LTM, chiodi Vtr di Atp ed Elas, Bulflex Elas, additivi Torggler, barre DYWIDAG della Dywit, pompa per spritz beton tipo Cifa CSS2, chiodi Swellex Minova e Atlas. Collegarsi a www.ltmsrl.it, www.atp-pultrusion.com, www.elasgeotecnica.it, www.torggler.com, www.dywit.it , www.swellex.com e a www.atlascopco.com
Terminati i lavori di scavo, iniziati ad Ottobre 2006 per l'imbocco nord e a Dicembre 2006 per l'imbocco sud, si procederà ora alle operazioni di posa dell'impermeabilizzazione, dell'acciaio e del rivestimento definitivo. L'impermeabilizzazione avverrà con fogli di Pvc e Tnt. Per i primi 150 m su entrambi gli imbocchi è stato utilizzato il sistema della compartimentazione, tipo Variante di Valico. Cliccare qui. I lavori dovrebbero concludersi nella primavera 2009.
L' opera ha un costo complessivo di circa 36 milioni di Euro e sarà dotata di moderni impianti tecnologici di illuminazione, ventilazione, antincendio, rilevazione incendi e trasmissione dati. I lavori appaltati a Cossi, equipaggiamento incluso, ammontano a circa 22,5 milioni di Euro, di cui in sotterraneo circa 14,5 milioni di Euro. La direzione dei lavori è svolta da Metropolitana Milanese di Milano in ATI con I.C. di Trento e Vat di Roma. Cliccare it/102 e collegarsi a www.cossi.com 22/08


subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs
subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs