Tunnelbuilder Promoting the world's tunnelling industry to a huge qualified audience

Contattare – monica@tunnelbuilder.com
View the Spanish Tunnelbuilder website View the English Tunnelbuilder website
  • Palmieri
  • Normet
  • PPS
  • Geodata
  • Systemair Srl
  • Datwyler
  • Società Italiana Gallerie

News

Cipa e il tunnel ferroviario Batuta sulla tratta Barzava-Ilteu

29/06/2020
Cipa e il tunnel ferroviario Batuta sulla tratta Barzava-Ilteu


A Maggio 2017, CFR SA, la Compagnia delle ferrovie della Romania, aveva aggiudicato all’ATI composta da Astaldi, FCC, Thales Systems Romania e altri subappaltatori  due contratti del valore di 12,34 milioni di Euro (3,45 miliardi di Leu Rumeni), IVA esclusa, per l’ammodernamento della tratta  Barzava p.k. 614, sezioni 2A Radna - Simeria e 2B Barzava a Ilteu,  della linea ferroviaria Frontiera-Curtici-Simeria, parte del Corridoio Paneuropeo IV.


Il corridoio Paneuropeo IV è una delle dieci vie di comunicazione dell'Europa centro-orientale, per il collegamento tra vari stati. Attraversa le città di Dresda, Norimberga, Praga, Vienna, Bratislava, Győr, Budapest, Arad, Bucarest, Constanţa, Craiova, Sofia, Salonicco, Plovdiv, Istanbul.


Il tunnel ferroviario Batuta, lungo 700 m, di cui 660 m in naturale,  a singolo fornice, con un diametro di scavo di circa 13 m e a doppio binario, si trova sulla sottosezione 2B tra Barzava e Ilteu. Il tunnel ha un solo fronte di scavo compreso tra due grandi trincee in esecuzione.


Vista la lunghezza del tunnel, le norme prevedono solo nicchie tecnologiche o di salvamento.


Metodologia di scavo

La metodologia di scavo utilizzata varia in funzione della geologia attraversata -  materiali di tipo Basaltico per un 20% del tracciato e Scisti fessurate per il restante 80%.

Il primo tratto di circa 140 m è stato scavato mediante esplosivo, utilizzando un Jumbo a 3 Braccia che ha effettuato  le perforazioni necessarie alle volate e le chiodature radiali successive.

Si sta procedendo allo scavo della restante sezione mediante escavatore Caterpillar 349D, dotato di Martello Atlas da 42 q, e ponendo un consolidamento longitudinale tramite un Posizionatore Casagrande PG 185 mono braccio


Lo scavo nei primi 180 m è a piena sezione, mentre in seguito sarà effettuato a ½ sezione per la natura di terreni e le basse coperture.


Lo smaltimento dello smarino è effettuato mediante pala Cat 950 e 4 Camion 4 Assi Mercedes.


Il rivestimento primario nel primo tratto è stato eseguito mediante la posa di un pre-spritz al contorno, l’esecuzione di swellex radiali (l= 4m) con doppia rete e spritz da 20 cm. Nel  tratto seguente con campi da 10 m vengono posti 53 Micropali fì 88,9 L = 18 m, come pre-sostegno, mentre il rivestimento primario viene eseguito mediante centine IPE 200 passo 1 m con rete elettrosaldata e finito con spritz beton sp=25 cm . Gli acceleranti di presa utilizzati sono della Basf e  il tutto viene posto in opera mediante Robot da spritz della Cifa CSS3 di proprietà Cipa.


L’impermeabilizzazione sarà eseguita mediante posa di geotessile e PVC da 2 mm. Il cassero montato è un Cifa da 12,5 m dotato di autoreagenza e  alimentato, per il getto, mediante pompa carrellata, sempre Cifa.


Lo scavo della galleria, iniziato il 10/01/20, ha raggiunto circa il 30% di avanzamento.  La caduta del diaframma,  vista la complessità dei terreni da affrontare nella fase appena iniziata, è prevista per  Maggio 2021. Tale data è vincolata dalla messa a disposizione delle aree dell’imbocco Curtici da parte del Cliente. Il costo dell’opera e di circa 15.000.000 Euro



La velocità media di scavo nel primo tratto è stata di 3 m/gg, mentre nel secondo tratto, dove la pericolosità dei terreni impone una cautela maggiore sia nel consolidamento che nello scavo soggetto a consolidamento, è scesa ad una media di 0,90 m/gg.


Il contratto aggiudicato a Cipa è relativo alla parte impiantisca di esecuzione che è stata posta in opera e comprende la ventilazione forzata di aria sana, mediante Zitron dotato di inverter fi1800, le linee di adduzione di energia elettrica, l’Illuminazione di servizio ogni 10 m, gruppo fari sull’avanzamento, le linee acqua, linee aria ad alta pressione, linee acqua antincendio con vasca all’esterno di 20.000 l.

Il cantiere è sorvegliato h 24 dal personale del committente e di Cipa, in costante contatto con tutti gli enti previsti per tipo di emergenza. Cliccare qui per un filmato. Collegarsi a http://www.cipaspa.it/ita/ e a  http://www.cfr.ro/. 27/20.







subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs
subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs