Tunnelbuilder Promoting the world's tunnelling industry to a huge qualified audience

Contattare – monica@tunnelbuilder.com
View the Spanish Tunnelbuilder website View the English Tunnelbuilder website
  • Palmieri
  • Normet
  • PPS
  • Geodata
  • Datwyler
  • Società Italiana Gallerie

News

Convegno - Ruolo delle Misure Gestionali nella Sicurezza in Galleria

20/02/2017

Grande affluenza al convegno su il Ruolo delle Misure Gestionali nella Sicurezza in Galleria svoltosi il 16.02.2017 a Roma e organizzato dalla World Road Association PIARC/AIPCR Italia e dalla Fondazione FASTIGI, con il patrocinio del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

In Italia, in base alla Direttiva 2004/54/CE, devono essere adeguate ai nuovi standard di sicurezza 356 gallerie lunghe oltre 500 m e appartenenti alla rete stradale Trans-Europea, per un totale di 423,05 km. La Direttiva Europea impone la progettazione e adozione di misure di prevenzione atte alla riduzione di situazioni critiche che possano mettere in pericolo la vita umana, l'ambiente e gli impianti della galleria, sia nelle gallerie in esercizio che in quelle nuove in progettazione. Le misure da adottare sono strutturali, impiantistiche ed organizzative-gestionali.

L’Italia, grazie alla sua struttura orografica, è il paese europeo con il più alto numero di gallerie. Nel 2013 la Commissione Europea ha concesso una deroga temporanea alla realizzazione delle misure strutturali - nel caso in cui sussistano problematiche di ordine economico, trasportistico, sociale ed ambientale che impediscano il completamento degli interventi di adeguamento. Entro il 30.04.2019 dovranno tuttavia essere adottate soluzioni operative/gestionali, alternative a tali misure, che consentano di ottenere una protezione equivalente o accresciuta, esponendo gli utenti delle gallerie ad un rischio minore o uguale rispetto a quello a cui sarebbero stati esposti applicando i requisiti richiesti dalla Direttiva. L’efficacia di tali misure compensative deve essere dimostrata mediante un’analisi dei rischi conforme alle indicazioni dell’art.13 della Direttiva.  Queste misure gestionali compensative, in adempienza alla Direttiva, saranno gradatamente sostituite con gli interventi strutturali necessari, comprendenti gli impianti elettrici e la ventilazione che hanno impatto sulle strutture, mantenendo un livello di rischio equivalente o inferiore.


Resta invece inderogabile al 30.04.2019 la realizzazione degli interventi specificati ai paragrafo 1.2.2 (stazioni di emergenza, segnaletica, piazzole di sosta, uscite di emergenza e ritrasmissione radio se richiesta) dell’Allegato 1 della Direttiva.

Ad oggi è stato messo a norma il 20% delle gallerie italiane della rete stradale Trans-Europea: ne restano 285, di cui 244 a doppio fornice.

Durante il convegno si sono alternati negli interventi rappresentanti del Consiglio Superiore dei LL.PP-MIT, del Corpo dei Vigili del Fuoco, della Commissione Europea DG Move (Direzione Generale Mobilità  e Trasporti), vari concessionari (Anas, Sias, Sitaf e Strade dei parchi) oltre ad Aiscat (Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori), membri di AIPCR Italia, del Piarc di Germania e Austria, rappresentanti di Fastigi.

E’ stato illustrato come alcune misure operative/gestionali compensative possano, durante il periodo transitorio, contribuire al raggiungimento del livello richiesto di sicurezza stradale, riducendo l’incidentalità stradale, i tempi di segnalazione emergenza, di intervento su focolai d’incendio e di chiusura della galleria.

Tutti gli Enti interessati (Polizia Stradale, VVF, Servizio di Pronto soccorso 118) devono essere a conoscenza delle misure gestionali in uso e delle loro modalità operative per coordinare gli interventi.

Per incrementare la sicurezza in galleria, a livello preventivo, si può intervenire con i piani di manutenzione, il monitoraggio e il controllo degli impianti di sorveglianza, telecontrollo e antincendio, con il controllo del trasporto di merci pericolose, con la formazione del personale e le esercitazioni, con presidi antincendio, con la  regolazione delle correnti di traffico (limiti di velocità, distanza di sicurezza, divieto sorpasso mezzi pesanti), con i servizi di pattugliamento e con campagne informative.

Le innovazioni tecnologie consentono inoltre di sfruttare al massimo le dotazioni impiantistiche delle gallerie per potenziare monitoraggio, spegnimento incendi e gestione dei vari sistemi in esercizio e in emergenza.

Tutti concordi nel sostenere che le sinergie tra Gestori, Autorità Amministrativa, Organi competenti, Istituzioni europee e nazionali (da estendere opportunamente a Enti locali e utenti) permettono di gestire al meglio il processo di ammodernamento e minimizzare gli impatti. Cliccare qui, qui e qui per alcune delle presentazioni. Per ulteriori approfondimenti collegarsi http://www.aipcr.it/web/it/ . 08/17.




subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs
subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs