Tunnelbuilder Promoting the world's tunnelling industry to a huge qualified audience

Contattare – monica@tunnelbuilder.com
View the Spanish Tunnelbuilder website View the English Tunnelbuilder website
  • Palmieri
  • Creg TBM
  • Normet
  • Zitron
  • PPS
  • Geodata
  • Datwyler
  • Società Italiana Gallerie

News

Italia/Puglia - Arrivata TBM per tunnel del gasdotto TAP

11/01/2019


Nella notte tra il 9 e 10 Gennaio è arrivata a Melendugno (LE) in Puglia della TBM  Herrenknecht (modello Avnd2000Ab) che scaverà il tunnel, lungo 1485 m e con una sezione esterna di 3 m, del TAP (Trans Adriatic Pipeline).

Il TAP è un metanodotto del cosiddetto Corridoio Sud che servirà a portare in Europa il gas naturale estratto dal giacimenti di Shah Deniz II  sotto il fondo del mar Caspio in Azerbaijan.

Il TAP percorrerà 878 km (di cui 550 km in Grecia; 215 km in Albania; 105 km nell’Adriatico e 8 km in Italia) e raggiungerà la massima altitudine a 2100 m tra i monti albanesi e la massima profondità a 820 m sotto il livello del mare.

Il Corridoio Sud assume diversi nomi: il tratto anatolico, che attraversa tutta la Turchia dal confine con la Georgia a quello con la Grecia, si chiama TANAP (Trans Anatolian Pipeline) e il tratto Grecia-Albania-Italia si chiama TAP.

Ad inizio Novembre 2018 era stata completata la connessione tra i i due gasdotti TAP e TANAP, attraverso la saldatura finale, la cosiddetta “golden weld’’.


Tutto il tratto fino alla costa albanese è stato già posato e in completamento. Poi la tubazione s’immergerà nell’Adriatico per toccare il suolo italiano nel mare di fronte alla contrada San Basilio, frazione San Foca, comune di Melendugno (LE) in Puglia. Dal mare il tubo arriverà fino al futuro terminale di ricezione a 8 km nell’interno, in contrada Masseria del Capitano a Melendugno, dove finirà il Tap propriamente detto.

 

Nel cantiere di San Basilio è stato realizzato un pozzo profondo circa  12 m in cui sarà calata la TBM che scaverà il tunnel verso il mare. La TBM, superata a gran profondità la spiaggia di San Basilio, dopo 800 m di scavo sotto il fondo del mare, uscirà dal fondale. 


La nave Adhemar de Saint-Venant realizzerà una diga temporanea a mezzaluna fatta di tavole d’acciaio e poserà sul fondo del mare un enorme lenzuolo di geotessuto. La diga provvisoria e il lenzuolo saranno tolti una volta posata la conduttura del gas. Cliccare qui per ulteriori informazioni sul progetto. Collegarsi a http://www.ansa.it  e a https://www.tap-ag.it/. 02/19.








subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs
subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs