Tunnelbuilder Promoting the world's tunnelling industry to a huge qualified audience

Contattare – monica@tunnelbuilder.com
View the Spanish Tunnelbuilder website View the English Tunnelbuilder website
  • Palmieri
  • Normet
  • PPS
  • Geodata
  • Systemair Srl
  • Datwyler
  • Società Italiana Gallerie

News

Relazione UE evidenzia necessità di velocizzare realizzazione dei megaprogetti

22/06/2020


La Corte dei Conti europea ha sottoposto ad audit la gestione, da parte della Commissione, dei seguenti 8 megaprogetti di trasporto transfrontalieri in 13 Stati membri  e cofinanziati dalla UE:

1) Rail Baltica: una linea ferroviaria che collega Estonia, Lettonia e Lituania alla Polonia e che consente un collegamento alla Finlandia (nel corridoio Mare del Nord-Mar Baltico);

2) collegamento Lione-Torino: un collegamento ferroviario trasfrontaliero che collega Francia e Italia (nel corridoio mediterraneo);

3) galleria di base del Brennero: un collegamento ferroviario transfrontaliero che collega Austria e Italia (nel corridoio scandinavo-mediterraneo);

4) collegamento fisso Fehmarn Belt: un collegamento stradale/ferroviario tra Danimarca e Germania (nel corridoio scandinavo-mediterraneo);

5) Basque Y e relativo collegamento con la Francia: un collegamento ferroviario ad alta velocità collegante Vitoria in Spagna a Bordeaux in Francia (nel corridoio atlantico);

6) collegamento Senna-Schelda: in origine, una via navigabile interna tra i fiumi Senna e Schelda, poi divenuta una rete di vie navigabili interne in Francia e Belgio (nei corridoi Mare del Nord-Mediterraneo e atlantico);

7) autostrada A1 in Romania (nel corridoio Reno-Danubio);

8) linea ferroviaria E59 in Polonia e suo collegamento ai porti di Stettino e Swinoujscie (nel corridoio Baltico-Adriatico).


Le otto IFT (infrastrutture-faro nel settore dei trasporti) incluse nel campione della Corte sono situate su sette dei nove corridoi della rete centrale.



Si tratta di importanti anelli mancanti ai fini del collegamento delle reti nazionali e della creazione di corridoi europei di trasporto senza soluzione di continuità. 


Il costo totale previsto di queste otto IFT  era pari a 54,0 miliardi di Euro: 3,4 miliardi di Euro sono già stati erogati dalla UE.



La Corte ha constatato che la rete centrale verosimilmente non sarà operativa entro il 2030, come invece pianificato nel 2013. I ritardi nella costruzione e nella messa in esercizio di questi megaprogetti mettono a rischio l’efficace funzionamento di cinque dei nove corridoi TEN-T. La Corte ha riscontrato esempi di pianificazione scadente e di attuazione inefficiente. Il controllo operato dalla Commissione sul completamento della rete nei tempi previsti presenta debolezze ed è distante, ma la Commissione dispone di uno strumento dal quale si può partire per migliorare la performance.


Al fine di rendere più sana la gestione finanziaria di detti investimenti infrastrutturali dell’ordine di molti miliardi di euro, la Corte formula una serie di raccomandazioni volte a facilitare la loro pianificazione, gestione e supervisione a lungo termine.


Cliccare qui per la relazione e collegarsi a https://www.eca.europa.eu/it/Pages/DocItem.aspx?did=53699. 26/20.

Nella mappa, le IFT hanno un colore diverso a seconda del rispettivo modo di trasporto. Rosso: ferrovia; blu: via navigabile interna; verde: strada; viola: più di un modo di trasporto.


subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs
subscribe to our e-alerts view our advertising rates view our jobs